Sophie Dugerdil

1970

Viticoltrice, Dardagny

"La viticoltura deve essere un’attività sostenibile, per questo abbino scienza e creatività."

Il mio percorso

Sono viticoltrice e proprietaria del Domaine Dugerdil Dardagny, azienda vinicola dalla tradizione centenaria nella campagna ginevrina. Mi occupo della gestione complessiva dell’azienda, dalla coltivazione dei vigneti alla produzione di vino, passando per le varie tappe del processo di vinificazione, fino all’imbottigliatura e alla vendita del prodotto finito. La viticoltura deve essere un’attività sostenibile, per questo abbino scienza e creatività.

Ciò che mi appassiona. Soprattutto la varietà e il contatto con la natura.

Il mio percorso. Sono enologa di formazione. I viaggi e le esperienze professionali all’estero hanno sicuramente contribuito ad avvicinarmi alle mie radici, alla mia terra.

Difficoltà, ostacoli? Gli scarsi margini di guadagno nel settore rappresentano un freno agli investimenti. Una cosa è certa: quello del vino è ancora un mondo molto maschile, per non dire maschilista.

Sono orgogliosa di aver ristrutturato completamente l’azienda e di aver scommesso sulla sua rinascita.

Questionario di Proust

Questo riquadro viene presentato nella lingua originale
Au-delà de votre profession

La nature, le sport, les plaisirs de la table et la famille.

Des personnes qui vous inspirent

Simone de Beauvoir, Nelson Mandela et Gandhi.

Un livre & un film

Peu, voire pas lectrice… désolée et Thelma et Louise (Ridley Scott).

Un modèle

Diverses vigneronnes

Un objet

Une bouteille de vin et une paire de basket… de course.

Une couleur

Le bleu

Un rêve

Avoir du temps… pour la famille, le sport et les voyages.